Rivista Idea del 18-03-2010

2-a-casa-di-marilena-boninoMarilena Bonino inizia la rubrica con la quale accompagnerà i lettori in visita ad abitazioni, locali pubblici e addirittura imbarcazioni da lei arredati. Qui a sinistra la vediamo con la mamma, signora Maria,ritratta anche a destra e, sopra, con il compianto marito Mario. Si nota tra l’altro la splendida cucina che fu uno dei loro amori condivisi.

Prima di accompagnarvi a visitare le case, gli alberghi, i ristoranti, le barche che ho avuto il piacere di arredare apro questa piccola rassegna con un doveroso e partecipato omaggio, colmo sicuramente di slancio e amore filiale, ma di altrettanta sincera ammirazione e riconoscenza, per una “Vera donna di Langa” dalla quale ho imparato tutto, personalmente e professionalmente. Il mio lavoro di oggi, così come quello dei miei fratelli, è la prosecuzione del brillante ingegno che spinse, nel 1957, i miei genitori, allora fidanzati, a disfare… indagare… e rifare… una poltrona! Iniziò proprio di lì la loro affascinante storia, che li vide affacciarsi cauti, gradualmente crescere e diventare protagonisti sullo scenario nazionale e europeo delle più importanti rassegne internazionali del settore del mobile raccogliendo grandi consensi, collocando il “Salotto Bo nino” ai massimi livelli di gradimento e contribuendo all’affermazione del “made in Italy” di qualità. Potendomi avvalere del privilegio di crescere e lavorare in questo ambiente d’incomparabile esperienza, ho trasferito competenza e passione alle ricerche e alle attuali ampie esigenze dei lavori che mi vengono affidati e, con orgoglio, vedermi riconosciuti dei meriti anche… dalla “mia maestra”, la mia mamma. Ecco la sua casa!

Marilena Bonino